Avv. Paolo Iervolino

Nato a Cassino (FR) il 27 luglio 1992.
Laureato con lode in Giurisprudenza nel 2016 presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (LUISS) di Roma con una tesi in materia di diritto del lavoro “Il licenziamento collettivo”.
Nel 2018 ha conseguito il Master di II livello in “Human Resources and Legal Advisor Management” presso la LUISS, discutendo una tesi dal titolo “Lo smart working tra diritto e management”.
Dottorando di ricerca in “Teoria dei contratti, dei servizi e dei mercati” presso l’Università “Tor Vergata”.
Assegnista di ricerca in diritto del lavoro presso l’Università di Palermo.
Iscritto all’ordine degli avvocati del foro Roma dal 2019, collabora con lo studio dal 2017.

Pubblicazioni

L’Avv. Iervolino è autore delle seguenti pubblicazioni:

Così etero-organizzato da essere etero-diretto, Massimario Giurisprudenza del Lavoro (MGL), n.1, 2021.

Non è tanto chi sei, quanto quello che fai, che ti qualifica (riders subordinato), in LavoroDirittiEuropa (LDE), n.1, 2021.

Mora accipiendi del datore di lavoro e nullità del contratto di lavoro part-timeRivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale (RGL), n.3, 2020

Lo smart working è un diritto ma non è incondizionato, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 9/10, 2020

Il licenziamento ai tempi del COVID-19, Labor – Il lavoro nel diritto (LABOR), n.5, 2020.

Compendio di Diritto del Lavoro, Dike Giuridica, 2020.

Licenziamento disciplinare, reintegra e limiti al potere di accertamento del Giudice, Diritto del mercato del lavoro (DML), n. 1, 2020.

Il COVID – 19 mostra un altro fallimento nel processo di privatizzazione del pubblico impiego: lo Smart Working, A. Pileggi (a cura di), Il Diritto del lavoro dell’emergenza (epidemiologica), eBook Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), 2020.

Sospensione (rectius nullità) dei licenziamenti economici per il COVID – 19 e dubbi di legittimità costituzionale, GiustiziaCivile.com, 24 aprile 2020.

-È possibile applicare d’ufficio l’art. 2, D.lgs. 81/2015 quando la domanda viene proposta solo ai sensi dell’art. 2094 c.c.?, Massimario Giurisprudenza del Lavoro (MGL), n.1, 2020.

La trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale assolve l’obbligo di repêchage del datore di lavoro, Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale (RGL), n.4, 2019.

La tutela cautelare del diritto al lavoro (e allo sviluppo professionale) nell’impiego pubblico, Massimario Giurisprudenza del Lavoro (MGL), n.3, 2019.

La nuova stagione delle attività stagionali, Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale (RGL), n.3, 2019

Smart Working: siamo davvero pronti?, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 5/6, 2019

Il rapporto tra procedimento disciplinare e procedimento penale alla luce della (mancata) privatizzazione del pubblico impiego, Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale (RGL), n. 2, 2019.

Le problematiche del recesso in Smart Working, Bollettino ADAPT, n. 14, 8 aprile 2019.

Incertezze giurisprudenziali sul licenziamento collettivo, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 1/2, 2019

– Il lavoratore può rifiutarsi di ricevere la lettera di licenziamento sul luogo di lavoro?, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 11/12, 2018

– Interposizione fittizia: la tutela del lavoratore in caso di opposto rifiuto della prestazione lavorativa, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 7/8, 2018

– I controlli a distanza alla luce della riforma del Jobs Act, Lavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 3/4, 2018

– Vulnus del Jobs Act: i licenziamenti fantasmaLavoro e Previdenza Oggi (LPO), n. 11/12, 2017